Se Tollerate Questo

…perché pensare di essere risparmiati?

Lo stato delle cose (“bound & gagged”)

with one comment

Molto bene.

Avrete una giustizia meno fracassona e impicciona (così voyeuristica…), un’informazione finalmente distolta da quella morbosa e querula cronaca giudiziaria e, last but not least, tutti questi “blòggher” saranno finalmente chiamati ad assumersi le loro responsabilità.

Mai più impunemente tirar meritata merda sulle Ill.me Eccellenze Loro.

Mai più pensare, mai più cercare prove, mai più indagare, mai più legge uguale per tutti, mai più ascoltare, mai più parlare, mai più ragione, mai più giustizia quando e dove serve, mai più libertà d’informazione, mai più di espressione né, tantomeno, di pubblico dissenso.

Lo stato attuale delle cose. Istituzioni, giustizia, libertà d'informazione. Sexy, eh?

Le istituzioni democratiche oggi in Italia, in una simpatica drammatizzazione dal sapore allegorico. Tableau vivant realizzato durante una recente festa a villa Certosa.

Questi tragici dilettanti della vita, del diritto e di tutto il resto parlano di “siti informatici”…

Nessuno sano di mente ed edotto dello stato delle cose parla di “siti informatici”. Che sono ‘sti “siti informatici”? Mi fa venire in mente l’espressione “siti archeologici”, saranno mica dei luoghi dove si conservano i computèr?

A questo punto si impone, almeno nei suoi due primi commi

l’Articolo 21

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. […]

Questo articolo non lo parafraso, come ho fatto per altri in passato (vedi i post della categoria norma e prassi), non ce n’è bisogno. È già perfettamente autoevidente come esso venga letto ai nostri tempi…

Piuttosto potrei scrivervi come lo legge oldboy ma anche questo è già autoevidente.

Insomma tutto è chiaro, non c’è niente di misterioso in questa malora che imputridisce tutto. Affiliatevi a Cosa Nostra, finché potete. Specie finché sono ancora tutti felici e gongolanti per le buone notizie di questi giorni.

———————————–

Colonna sonora adatta: Patrick Wolf, The Libertine. Cita l’espressione “bound and gagged” (legato e imbavagliato) qui quanto mai appropriata.

La poesia, senza troppe sorprese, The Raven di Edgar Allan Poe… “Mai più”…

Annunci

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Questa Italia è un altro capolavoro!
    Ovviamente mi riferisco unicamente al tuo post.

    Damabianca

    20 giugno 2009 at 12:08 am


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: